Miagolato il 22 July 2008 - 12:30

Sono tornata.

E’ stata una settimana intensa, sotto tutti i punti di vista. Ho lavorato molto, moltissimo con un caldo allucinante e con grosse responsabilità. Ma è stato bello. Il Presidente, il Direttore e tutto lo staff, mi hanno accolta a braccia aperte, fiduciosi nelle mie capacità lavorative e mi hanno dato carta bianca su tutto. Sono stata il fulcro di tutto ciò che c’era, dalla logistica, al pagamento del montepremi, alla transportation, ai buoni pasto di tutti, agli sponsor, ai giocatori, all’organizzazione della parte cerimoniale, alla televisione, fino ad arrivare ai rapporti con le organizzazioni internazionali. Un lavoro a 360 gradi, senza sosta, frenetico e complicato.

Ma non sono stanca, o meglio, non lo sono eccessivamente. Come mai? Io lo so perchè.

Perchè ho lavorato con il sorriso sulle labbra, tra gente educata, serena, rispettosa dell’altrui professionalità, riconoscendola ogni qualvolta se ne presentava l’occasione. Lavorare in queste condizioni, ti rende forte, sicura, serena.

Sono stati dieci giorni intensi, faticosi ma mi hanno fatto veramente bene al cuore ed hanno sicuramente aumentato la mia autostima.

Ho lasciato Rimini in fretta, con un certo dispiacere perchè so che la mia vita abituale è circondata da tutt’altra situazione.

Questa mattina mi sono arrivati tre sms che mi hanno aperto il cuore:

Dal Presidente – “Ciao Miciastra, spero che il ritorno sia stato ok. Ci manchi già moltissimo. Grazie ancora, sei una persona speciale. Ti abbracciano tutti. A presto.

Dal Direttore – Ciao Miciastra, se fuggita e non ho avuto la chance di ringraziarti a dovere. Sei troppo brava per essere vera. Grazie di cuore.

Dalla mia assistente – “…mi ha fatto molto piacere conoscerti… spero veramente che avrai voglia di diventare un “pezzo di challenger”… Grazie di tutto.

Bhè, solo queste parole ripagano di tutta la fatica fatta e sono io a dover dire grazie a loro perchè mi hanno aiutato a ricredere un pò in me stessa.

Miagolato il 11 July 2008 - 6:14

Ecco.

Parto fra poco per un lavoro a Rimini. Non mi va molto, non sono in un periodo buono ma vado perchè mi farà bene e perchè non disprezzo il denaro. Contrariamente alla normalità, ieri ho impiegato ore per fare la valigia e questo è il segnale che proprio non mi va.

Ma parto.