Miagolato il 26 July 2007 - 19:25
Mhmm by Miciastra

Sono in vacanza.
Ma non mi ci sento.
Che peccato…….

Miagolato il 20 July 2007 - 22:30
Pensieri by Miciastra

Domani parto, vado in vacanza e finalmente fermerò la mente ed il corpo per un pò. E’ stato un anno difficile sotto molti punti di vista e sono proprio stanca. Da domani mi rilasso. Speriamo.
Sono anche fortunata perchè, a differenza di altri, ho la possibilità di andare in posti davvero belli e non solo per quindici giorni. Eppure lascio qui qualcosa di veramente importante.
Ed è la prima volta che mi accade.

Mood:Mmm… emoticon Mmm…

Miagolato il 20 July 2007 - 14:33
Emozioni by Miciastra

Fra qualche giorno sarà il mio compleanno e le persone che ho intorno mi osservano con un’ottica diversa: quella di carpire qualche desiderio che ho per potermi fare un regalo; altre, invece, me lo chiedono esplicitamente.
I regali mi hanno sempre imbarazzato, mentre ho sempre amato farli soprattutto non “alle feste comandate”. Un regalo è un qualcosa di piccolo, semplice e spontaneo che arriva dal cuore nei momenti più disparati. Non deve essere eclatante, deve solamente essere il prolungamento di un pensiero, una dimostrazione d’affetto, un’emozione. Tutto qui.
Io non ho bisogno di gesti eclatanti ma solamente di semplice dimostrazione d’affetto.
Ed in virtù di questo, oggi ho ricevuto un regalo magnifico. Un sms che non dimenticherò.

“Vorrei regalarti mille e più sorrisi”

Grazie di cuore.

Mood:Happy emoticon Happy

Miagolato il 20 July 2007 - 9:04
Pensieri by Miciastra

Le persone non sanno come si ama.
Mordono, invece di baciare.
Prendono a schiaffi, invece di accarezzare.
Forse perchè si rendono conto della facilità con cui finisce l’amore.
All’improvviso diventa tutto impossibile, ingestibile.
Un esercizio di inutilità.
Così le persone evitano di amare e si rifugiano nella rabbia, nella paura e nell’aggressività che sono lì a portata di mano e proprio per questo non riescono a vedere la verità.
La rabbia ed il rancore ti possono sbarrare la strada, bruciano l’aria che respiri, ti divorano, ti soffocano.
Ma la rabbia è reale e persino quando non lo è, ti può cambiare, ti modella, ti trasforma in quello che non sei.
L’unico aspetto positivo è la persona che diventerai dopo.
Se tutto va bene, un giorno ci si sveglia e si scopre di non aver paura di affrontare il viaggio.
La verità è, nella migliore delle ipotesi, una storia raccontata a metà e la rabbia, come la crescita, arriva a scatti, a strappi ed al risveglio offre un nuovo giorno alla comprensione ed una promessa di quiete.

Mood:Mmm… emoticon Mmm…

Miagolato il 19 July 2007 - 16:22
Pensieri by Miciastra

Ho un quesito nella testa che arriva direttamente dal cuore:

“perchè lo Stato ti obbliga a non drogarti perchè ti fa male (e quindi esercita una sorta di “protezione” nei tuoi confronti) ma non ti obbliga a curarti quando hai un male che può portarti alla morte?”

Sono da poco tornata dal funerale di una amica che, a soli 32 anni è morta di cancro. La sua trafila è iniziata come la mia: ecografia di controllo al seno, diagnosi e prognosi.
Ho impresso nel cuore il momento in cui mi hanno confermato quel che non avrei mai voluto sentirmi dire e mi ricordo che la mia reazione è stata quella di darmi una possibilità accelerando la tempistica, andando oltre e calpestando le solite procedure burocratiche che altro non fanno che allungare i tempi di attesa, facendo crescere l’ansia, la paura e determinando, alle volte, anche l’epilogo.

Altro quesito: perchè non esiste una procedura “d’urgenza” per queste situazioni?

Perchè io ho “dovuto e potuto” decidere se affrontare quello che avevo, determinandone la tempistica e l’eventuale ed auspicato esito?

Anche se il mondo aveva cambiato colore per me e non riuscivo a capacitarmi del perchè mi stesse capitando tutto questo, in meno di 10 giorni ho affrontato la mammografia (ovviamente a pagamento, per evitare lunghezze burocratiche) ed ho fissato la data per l’intervento pretendendo anche l’esame istologico in tempo reale (sempre pagando, ovviamente, altrimenti il risultato sarebbe arrivato dopo oltre 15 giorni dalla data dell’operazione).
Insomma, ho scelto cosa fare e quando farlo ma, soprattutto, ho scelto.

La mia amica ha reagito diversamente da me ed ha scelto di affidarsi alla cosiddetta medicina alternativa (Che fortuna, abbiamo anche delle opzioni!) e poi, quando ha constatato che non serviva a niente, ha scelto nuovamente di percorrere le vie “tradizionali”. Ma era troppo tardi, purtroppo.

Oggi al suo funerale, suo figlio di soli 13 anni piangeva ed io lo guardavo con dolore profondo e mi sono incazzata con il mondo, con quest’ipocrisia dilagante che non ti permette di morire quando non hai più scampo, facendosi scudo con ciò che io considero come la più “Grande Favola” che l’uomo abbia mai scritto (chiedo perdono per la “u” ma la lettera maiusola bisogna meritarsela e non è questo il caso).

Devo concludere che non posso farmi le canne perchè mi fanno male e potrebbero portarmi alla morte, ma posso scegliere di morire quando ho ancora delle chance e non posso più farlo quando non ho più scampo?

Sono scelte?

Oggi io ero lì, per una mia personale scelta presa un anno fa.
Ma non avrei voluto esserci.

Mood:Bleah! emoticon Bleah! & Sad emoticon Sad

Miagolato il 18 July 2007 - 13:34
Amici, Pensieri by Miciastra

Sono andata sul blog di un amico che conosco da tempo e, tra le tante cose interessanti che scrive, oltre al grande potere dialettico ed alla profonda facilità di espressione di cui la natura lo ha dotato, ho trovato qualcosa che mi ha particolarmente colpito ed ho deciso di riportare un suo post. Ho ritrovato un mio pensiero in ciò che ha esposto con semplicità ed ironia.
Grazie Rob.

Calendario
Alcuni giorni sono importanti, altri passano e vanno via.
Alcuni giorni ti insegnano qualcosa, ti dicono qualcosa, ti danno l’impressione di fare qualcosa che abbia un senso e renda la tua quotidianità piena, viva, importante.
Alcuni giorni sono lì solo perchè sono scritti sul calendario, e basta. Cammini sulla luna e aspetti la sera, aspetti che arrivi domani.
Uno di questi giorni tiro giù il calendario dal muro, vediamo cosa succede.

Mood:Happy emoticon Happy

Miagolato il 18 July 2007 - 10:55
Pensieri, Poesie by Miciastra

Oggi ho in testa anche questa poesia di Jacques Prevert.

Trois allumettes une à une allumées dans la nuit
La premiére pour voir ton visage tout entier
La seconde pour voir tes yeux
La dernière pour voir ta bouche
Et l’obscuritè tout entière pour me rappeler tout cela
En te serrant dans mes bras.

Mood:Happy emoticon Happy

Miagolato il 18 July 2007 - 10:15
Parole by Miciastra

…il cuore va innaffiato….
Parole che vagano nei miei pensieri da ieri e sono arrivate nell’anima. Non ci avevo mai pensato prima…
Improvvisamente ho una chiave di lettura su molte cose.
Ed è bello…

Mood:Happy emoticon Happy