Miagolato il 29 May 2009 - 19:58
Emozioni, Pillole by Miciastra

Davanti a me il cielo, le case, i balconi colmi di fiori.
Belli i fiori. Quanto sono colorati… Vedo il ricosperma, le peonie, gli oleandri, i gerani rosso fuoco.
Alberi maestosi, pini secolari, una magnolia che regala il meglio di sé.
Il sole sta tramontando e la luce riflessa sugli alberi è stupefacente.
Phil Collins in sottofondo con “In the air tonight”.
Ha ragione lui e le sue parole si sposano con quello che vedo in questo momento.
Arrivano gli odori di cucina da altre case, odori intensi, di altri tempi, che sanno di buono, che mi fanno pensare a mia nonna.
Vedo una gatta che gioca, delle candele accese, una tavola ben apparecchiata.
Vedo l’intento di chiudere la giornata nel miglior modo possibile, vedo la voglia di far rilassare la mia anima, vedo lo sforzo per farmi sorridere, anche solo un pò.
Gli occhi sono lo specchio dell’anima.
L’anima ringrazia.

Miagolato il 15 May 2009 - 22:15
Pensieri by Miciastra

Ci sono sempre nuvole nel cielo. Non è mai completamente sgombro, profondamente celeste, infinitamente infinito. Mi piace questo termine.

C’è sempre qualche nuvola che spunta all’improvviso, quasi per dispetto, quasi a voler significare che non bisogna abituarsi alla compattezza di quell’azzurro, a quel senso di quiete che si percepisce guardando in alto, fissando il nulla, come viene comunemente chiamato.
Ci sono le nuvole, sempre.
Impossibile non vederle.
Impossibile non notarle.
Di solito sono belle.
Quante volte si fantastica sulla loro forma? Guarda… ora sembra un cavallo, ora un viso, ora una tigre…
La compattezza ed il colore attraggono sempre, questo è vero. Quante volte ho sperato che fossero fatte di panna e quanto è bello quando sei in aereo passarci proprio dentro…
Ci penso sempre ogni volta e quando le attraverso mi sento quasi invincibile, forse un pò superman…
Strana sensazione.
Bella, però.
Ma quando i miei piedi calpestano la terra, quando guardo il cielo ed avrei bisogno di vederlo compatto, sgombro, pulito, quando necessito di uniformità con l’unico scopo di acquietare la mia anima sempre in tumulto, allora no, c’è sempre una nuvola a turbare la mia voglia di pace, la mia ricerca di tranquillità, il mio bisogno di infinito per non sentirmi limitata, dove ricerare la mia solitudine, i miei pensieri più reconditi, dove ritrovare la forza di andare avanti.
E’ un periodo particolare per me, molto difficile e francamente non so come affrontarlo, dove trovare la forza per dare a mia volta forza.
Guardo il cielo e lo prego di spazzare via tutte le nuvole.
Ho bisogno di vedere solo la compattezza, senza particolari aggiunti. Ho bisogno di rinforzare l’anima forse solo semplicemtente guardando il blu.

Mi ascolterà?